Le luci della festa si sono spente, ma le emozioni del giorno del matrimonio sono più vive che mai. Sfogliare le foto di amici e parenti in attesa di quelle ufficiali del fotografo porta alla mente quegli attimi unici. E poi c’è lui: l’abito da sposa da riporre nell’armadio e conservare come un oggetto prezioso, denso di sentimenti e sensazioni, pur se con i segni di una festa indimenticabile. La cura e l’attenzione spese per sceglierlo saranno le stesse che ti accompagneranno in questa fase.

Per conservare al meglio il tuo abito da sposa puoi seguire i nostri consigli, così quando fra qualche anno andrai a riaprire la “scatola del tempo” lo troverai lì nella forma migliore. E sempre ricco dei ricordi di un giorno speciale.

Come conservare al meglio l’abito da sposa

La prima regola è godersi appieno la festa e il proprio matrimonio. Inevitabile che l’abito da sposa abbia su di sé macchie, odori e piccole imperfezioni, ma a tutte queste cose ci penserai dal giorno dopo. Il consiglio, infatti, è quello di lavare l’abito da sposa entro 24 ore dal matrimonio, per evitare che alcune macchie impregnino i tessuti. Se parti subito per il viaggio di nozze, fai affidamento su una persona di famiglia, che possa aiutarti in questa operazione.

Portare l’abito in tintoria

Noi di Davino Spose ti consigliamo di rivolgerti e affidarti ad una tintoria specializzata, esperta e di fiducia che avrai scelto con cura in anticipo. In questo caso vedrai che sapranno fare miracoli anche con le macchie più difficili, si prenderanno cura del tuo abito e te lo restituiranno più bello che mai. L’importante è che non ci siano danni irrecuperabili come strappi.

Esistono diverse tintorie specializzate in abiti da sposa, puoi cercarle vicino casa oppure chiedere consiglio al tuo atelier. È bene anche farsi spiegare nei dettagli i tessuti di cui si compone il tuo abito. In questo modo saprai dare alla tintoria tutte le informazioni necessarie per un lavaggio perfetto.

Ricordati, poi, di riporre l’abito da sposa in una custodia o in una scatola. Se hai spazio a disposizione meglio lasciare l’abito disteso in una custodia all’interno dell’armadio senza piegarlo, eviterai macchie del tempo ed inutili stropicciature.

Lavare l’abito in casa

macchie su abito da sposa

Lavare l’abito in casa è un’operazione piuttosto complessa, perché richiede spazio in bagno e poi molta accortezza. Tutte le operazioni di lavaggio, asciugatura e stiratura è bene che siano fatte con l’abito a rovescio. Per prima cosa lava l’abito a mano in maniera delicata, con sapone neutro e in acqua fredda. Lascialo immerso per alcune ore e risciacqua più volte. Non stenderlo direttamente al sole, meglio adagiarlo su uno stendino all’ombra. Smuovi gli strati dell’abito più volte per evitare pieghe e fare in modo che tutti i tessuti si asciughino perfettamente. Dovrai provvedere poi anche alla stiratura, mai usare il ferro direttamente sull’abito, utilizza un lenzuolo bianco.

Conservare l’abito da sposa

La conservazione dell’abito può dipendere anche dal tipo di tessuto con cui è realizzato. Un abito da sposa con tessuti naturali al 100% è molto delicato, maggiormente esposto al deterioramento ed è meglio conservarlo avvolto nella carta velina magari in una scatola di cartone e poi in un luogo privo di umidità. In ogni caso per tutti i tipi di abiti da sposa meglio non utilizzate custodie in plastica, e avvolgere l’abito in un panno di cotone perché evita le macchie gialle del tempo.

Se non puoi tenerlo disteso nell’armadio appeso a una comoda stampella (del tipo imbottite), utilizza delle scatole ma piegalo con cura. Se l’abito ha uno strascico importante e quindi anche ingombrante puoi pensare di utilizzare dei contenitori sottovuoto, in cui l’aria viene aspirata, la forma ridotta ma la struttura viene mantenuta.

Riporre l’abito nell’armadio

Per riporlo consigliamo un luogo asciutto, privo di luce e fresco, quindi meglio un armadio che una cantina o una soffitta. Per evitare insetti e tarme utilizza dei prodotti naturali come stecche di cannella, chiodi di garofano o alloro; se vuoi puoi anche scegliere della canfora o della naftalina ma non metterla mai a contatto con l’abito.

Far prendere aria all’abito

Ricordati una volta l’anno di far prendere al tuo abito da sposa un po’ di aria. Sarà un modo per conservarlo a lungo ma anche per rivederlo e rivivere quei momenti di immensa gioia.