Le luci della festa si sono spente, ma le emozioni del giorno del matrimonio sono più vive che mai. Sfogliare le foto di amici e parenti in attesa di quelle ufficiali del fotografo porta alla mente quegli attimi unici. E poi c’è lui: l’abito da sposa da riporre nell’armadio e conservare come un oggetto prezioso, pur se con i segni di una festa indimenticabile e denso di sentimenti e sensazioni. La cura e l’attenzione spese per sceglierlo saranno le stesse che ci accompagneranno in questa fase.

Come conservare al meglio l’abito da sposa

Inevitabile che l’abito da sposa abbia su di sé macchie, odori e piccole imperfezioni. L’ideale è lavarlo comunque entro 24 ore dal matrimonio, per evitare che alcune macchie impregnino i tessuti. Se parti subito per il viaggio di nozze, fai affidamento su una persona di famiglia che possa portarlo in tintoria al posto tuo, magari una lavanderia esperta e di fiducia che avrai scelto con cura in anticipo o che ti è stata consigliata dall’atelier.

Noi di Davino Spose ti consigliamo di rivolgerti e affidarti ad una tintoria specializzata, in questo caso vedrai che sapranno fare miracoli anche con le macchie più difficili, l’importante è che non ci siano danni irrecuperabili. Ricordati di riporre l’abito da sposa in una custodia o in una scatola.

Piccole accortezze

La conservazione dell’abito può dipendere anche dal tipo di tessuto con cui è realizzato. Un abito da sposa con tessuti naturali al 100% è molto delicato, maggiormente esposto al deterioramento ed è meglio conservarlo avvolto nella carta velina magari in una scatola di cartone e poi in un luogo privo di umidità.

Se l’abito ha uno strascico importante e quindi anche ingombrante puoi pensare di utilizzare dei contenitori sottovuoto, in cui l’aria viene aspirata, la forma ridotta ma la struttura viene mantenuta. Per riporlo consigliamo un luogo asciutto, privo di luce e fresco, quindi meglio un armadio che una cantina o una soffitta. Per evitare insetti e tarme utilizza dei prodotti naturali come stecche di cannella, chiodi di garofano o alloro; se vuoi puoi anche scegliere della canfora o della naftalina ma non metterla mai a contatto con l’abito. E ricordati una volta l’anno di far prendere al tuo abito da sposa un po’ di aria, sarà un modo per conservarlo a lungo ma anche per rivederlo e rivivere quei momenti di immensa gioia.

Leggi anche: Preparazione della sposa: come organizzare tutto step by step